Castelcivita

Ridente cittadina alle pendici meridionali degli Alburni, arroccata su di uno sperone di montagna naturale con case a cascata, domina la valle del fiume calore a 587 metri sul livello del mare.

Cenni storici
Castelcivita è un nome recente: infatti, come molti paesi della Campania costruiti sull’alto della montagna e poi distrutti, ha subito varie denominazioni. Il paese è indicato nei documenti Angioini con il nome di Civita Pantuliano mentre in età Aragonese con il nome di Castelluccia, probabilmente per indicare, già dal XIII secolo, una piccola città fortificata. Si pensa che le mura di Castelcivita siano opera di Pandolfo Fasanella, nobile feudatario, il quale la fece costruire per ordine di Carlo I D’Angiò.

Attività
La popolazione si dedica prevalentemente all’agricoltura ed alla pastorizia, infatti si produce olio,vino,grano, cereali e formaggi. Le salsicce, i capicolli, le soppressate ed i formaggi sono dei prelibati prodotti tipici. L’elemento caratteristico della gastronomia locale sono fungo porcino, che è alla base di molte ricette.

Cosa vedere
Il paese è caratterizzato da numerose testimonianze storiche del passato. Il simbolo predominante è la Torre Angioina, una delle più ardite costruzioni militari della zona, edificata nel XIII secolo. La torre è stata recentemente restaurata ed è sede del museo della civiltà contadina Castelcivitese e della preistoria.
Inoltre nel centro storico ricordiamo la chiesa di S. Cono, datata 1400, la chiesa di S. Nicola, datata 1600 e il convento S. Geltrude, che risale al 1500, il quale è impreziositoda un dipinto del 1600raffigurante “La Deposizione”, opera del noto pittore Pietrafesa.
Il centro storico presenta l’antica struttura di fortezza ed infatti è caratterizzato da vie e viuzze che si intersecano tra di loro e da innumerevoli scalini interrotti di tanto in tanto da qualche spiazzo seguendo l’andamento toponomastico del territorio.
Interessanti sono i portali architravati in pietra calcarea locale e piperno su cui si possono ancora ammirare gli stemmi che appartengono alle antichee nobili famiglie del paese.
Particolarmente suggestivo è il paesaggio incontaminato che lo circonda, infatti le acque limpide del fiume Calore e gli alberi secolari a ridosso delle sue sponde invitano i visitatori ad intraprendere delle lunghe e meravigliose passeggiate.
Altro richiamo per incantevoli escursioni sono le verdi cime dei Monti Alburni.

Built with HTML5 and CSS3
Copyright © 2015 Grotte di Castelcivita SRL - Tutti i diritti riservati
I loghi riportati appartengono ai legittimi proprietari.

Download Freewww.bigtheme.net/joomla Joomla Templates Responsive

Questo sito utilizza cookie, se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. info